Tag: primarie

Parma

Domenica 11 giugno – Paolo Scarpa sindaco per Parma

Domenica 11 giugno dalle ore 7.00 alle ore 23.00 si vota per le elezioni del sindaco di Parma. Il mio voto e pieno sostegno andrà a Paolo Scarpa con il quale ho condiviso  tutti i passaggi di una lunga cavalcata elettorale cominciata con la nostra unione alle primarie. Paolo Scarpa può davvero diventare il Sindaco di …

Parma, Politica nazionale

Il primo passo – La vittoria di Paolo Scarpa alle primarie

Le primarie di domenica 5 marzo sono state davvero una festa di democrazia e partecipazione. Nei 16 seggi distribuiti per la città sono andati a votare 6.293 cittadini di Parma. Tanti se pensiamo al periodo che sta vivendo il PD a livello nazionale e alla generale disaffezione dalla politica. Da queste primarie è uscito vincitore …

Parma

Uniti per vincere

La politica è solita fare notizia per le divisioni. Questa volta vi scrivo per parlare invece di una unione. Una unione di persone, di forze, di idee su un progetto condiviso per la città. Come immagino già saprete, ho scelto di sostenere, all’interno delle primarie del centro-sinistra, la candidatura di Paolo Scarpa. Le primarie devono portare …

Eventi, Parma

Dall’opposizione alla proposta. Per il Comune che verrà

Sono passati quasi 5 anni da quando sono entrato in Consiglio Comunale alla guida del gruppo consiliare PD. Cinque anni in cui all’azione di opposizione, sempre condotta nel merito dei provvedimenti, abbiamo accompagnato un costante lavoro di proposta con iniziative pubbliche, documenti, ordini del giorno. Questo lavoro costituisce la base da cui partire per costruire …

Parma, Politica nazionale

Elezioni amministrative 2016 – Considerazioni locali e nazionali sul primo turno

Alcune considerazioni che si possono trarre dal primo turno delle elezioni amministrative guardando a Parma e dintorni. La prima, di rilievo anche nazionale, è che l’effetto Pizzarotti non c’è stato. Il conflitto interno tra Grillo e Pizzarotti con la sospensione e la più che probabile espulsione di quest’ultimo dal MoVimento non pare abbia avuto conseguenze …

Emilia Romagna

Alla conquista del consenso perduto

Le primarie di domenica scorsa, per quanto siano state poco partecipate, hanno almeno il pregio di avere fatto chiarezza. Dopo una travagliata vicenda, con candidature ritirate all’ultimo minuto e ombre incombenti di briscoloni, il PD e la sua coalizione hanno infatti individuato il candidato per la presidenza della Regione Emilia Romagna, Stefano Bonaccini. Su questa …

Emilia Romagna, Politica nazionale

Le responsabilità di Bonaccini e la vittoria di Balzani

Il flop delle primarie del “centrosinistra” per il presidente della Regione (meno di 60.000 votanti) ha un preciso responsabile ed è chi le ha organizzate, ovvero il segretario regionale, che è la stessa persona che poi le ha vinte, Stefano Bonaccini. Al di là dell’evidente cortocircuito in cui l’arbitro è anche giocatore (cosa che si …

Emilia Romagna, Politica nazionale, Sostenibilità e Green Economy

Un PD diverso per una nuova Regione

C’è un PD diverso. Un PD fatto di persone che non fanno politica di professione. Persone libere, autonome, con spirito critico, che non si omologano alle correnti o consorterie del momento. Che non sgomitano per le poltrone cercando accordi e garanzie sottobanco, ma che scendono in campo in modo trasparente, diretto, mettendosi in gioco, senza …

Emilia Romagna, Politica nazionale

Pavidi alle primarie

Le primarie del PD per il presidente dell’Emilia Romagna assomigliano sempre più alla drole de guerre, i 9 mesi in cui Inghilterra e Francia, dopo avere dichiarato guerra alla Germania, non fecero praticamente nulla, finché i tedeschi, che nel frattempo si erano organizzati, non decisero di prendere loro l’iniziativa con i risultati che ben sappiamo. …

Emilia Romagna, Politica nazionale

Lo spauracchio delle primarie e la sindrome da caminetto

Le primarie sono elemento costitutivo e distintivo del PD. Sono lo strumento che, dando voce agli elettori, ha reso contendibili le cariche di partito e di governo rendendo possibile l’affermazione di una nuova classe di amministratori e dello stesso premier e segretario Matteo Renzi. Lo statuto del PD Emilia Romagna stabilisce inequivocabilmente che i candidati …