Programma per Parma

PARMA RINASCE

Un patto sociale per la nostra città

Parma è una città profondamente civile, con una storia di democrazia, solidarietà, rispetto dei diritti e tolleranza, che ha sviluppato negli anni un’alta qualità della vita. Ora Parma sta però attraversando una fase di declino, di cui parte fondamentale è lo scollamento progressivo tra politica e cittadini.
Il declino si percepisce nella perdita di coesione sociale, nel degrado dei luoghi pubblici, nella manifestazione di difficoltà individuali e collettive, nella crescita inaccettabile di situazioni di illegalità e insicurezza in pressoché tutti i quartieri e le frazioni della città.
Parma deve risolvere con le proprie forze questi problemi, per diventare un modello europeo di coesione, di sviluppo ordinato e sostenibile. Possiamo farlo solo in coerenza con i valori condivisi che sono parte fondativa della nostra identità culturale. La fedeltà ai principi dell’etica pubblica, della partecipazione democratica nella gestione dei beni comuni, della solidarietà, della tutela della salute, della cooperazione, della capacità imprenditoriale, della promozione dello sport che caratterizzano la nostra gente ci proietteranno nel futuro.
Parma deve recuperare la sua dimensione europea, che è nell’integrazione tra attività economiche avanzate e di ricerca, nella capacità di costruire reti e relazioni aperte di natura internazionale, valorizzando finalmente l’Efsa e la Scuola per l’Europa, nella dotazione elevata di servizi avanzati.
A monte, occorre una visione del governo della città che non si limiti all’amministrazione delle competenze di un Comune e che non veda i cittadini solo come soggetti passivi cui imporre tasse, obblighi o vincoli. Crediamo in un Comune che sappia ribaltare questo rapporto distorto, che sappia dare concretezza alla partecipazione e coinvolgere la città nelle scelte fondamentali, facendosi carico sino in fondo delle persone che la abitano.
Chi rappresenta i cittadini deve mantenere intatta la sua assoluta indipendenza da interessi opachi, dalle lobby, dai poteri non democratici: è questa la condizione indispensabile per la sua credibilità e per la fedeltà al mandato ricevuto.

1. Persone
2. Emergenze sociali
3. Lavoro, sviluppo e giovani
4. Bambini, famiglie, anziani e inclusione sociale
5. Integrazione e immigrazione
6. Legalità e sicurezze
7. Cultura ed educazione permanente
8. Infrastrutture
9. Rigenerazione urbana e mobilità
10. Quartieri e partecipazione
11. Cura della città e lotta al degrado
12. Commercio

Qui l’intero documento che rappresenta la base programmatica su cui si è costruita la mia convergenza e unione con il candidato alle primarie Paolo Scarpa.