Parma, Politica nazionale

Referendum asili interviene il Difensore civico: leso il diritto di partecipazione

referendumSulla vicenda del referendum per la gestione degli asili i 5 stelle di Parma, non sapendo che pesci pigliare, si vantano di avere sottratto alla politica la decisione sull’ammissibilità mettendola nelle mani di una commissione tecnica a loro dire ‘super partes’. La verità è che più che alla politica il tanto sbandierato referendum a #quorumzero lo hanno sottratto ai cittadini. Sono infatti passati 180 giorni dal deposito del referendum senza che il Comune abbia dato alcuna risposta al comitato promotore, nonostante il regolamento comunale obblighi l’amministrazione a pronunciarsi entro 30 giorni.

Nel frattempo è però arrivata la risposta del Difensore Civico Regionale al quale, come consiglieri di minoranza, ci siamo appellati con un esposto contro l’inerzia e il silenzio dell’amministrazione Pizzarotti. Il difensore civico è molto chiaro. La mancata risposta del Comune entro i termini di regolamento “lede il diritto di partecipazione popolare” e individua una responsabilità da ritardo da parte dello stesso Comune contro cui i cittadini lesi possono muovere azione legale sia in sede amministrativa che penale.

Confidiamo che dopo il pronunciamento del difensore civico l’amministrazione 5 stelle darà infine risposta al comitato promotore del referendum, anche se ormai non vi sono più le condizioni perché questo si tenga visto che nei 180 giorni di silenzio si è proceduto celermente all’esternalizzazione di una delle scuole d’infanzia oggetto del quesito. Ma è come minimo paradossale, per non aggiungere altro, che si sia stati costretti a fare un esposto agli organi di controllo perché venga garantito il diritto di partecipazione popolare da parte dei supposti paladini della partecipazione e della democrazia diretta.

Come possano ripresentarsi con il simbolo dei 5 stelle, dopo avere sconfessato ogni principio base del MoVimento rimane un mistero. Ma il campione di giravolte Pizzarotti non avrà problemi ad inscenare l’ennesima piroetta.

Commenti

commenti