• L’orgoglio di sentirsi italiani

    by  • 13/09/2015 • Lavoro e Società

    Roberta Vinci, of Italy, left, and Flavia Pennetta, of Italy, react during the trophy ceremony for the women's championship match of the U.S. Open tennis tournament, Saturday, Sept. 12, 2015, in New York. Pennetta beat Vinci in straight sets. (AP Photo/David Goldman)

    Roberta Vinci, of Italy, left, and Flavia Pennetta, of Italy, react during the trophy ceremony for the women’s championship match of the U.S. Open tennis tournament, Saturday, Sept. 12, 2015, in New York. Pennetta beat Vinci in straight sets. (AP Photo/David Goldman)

    E’ stata una emozione la finale fra Pennetta e Vinci. Soprattutto l’immediato dopo partita. Il lungo abbraccio tra Flavia e Roberta dopo l’ultimo punto. La chiacchierata in attesa della premiazione, sedute fianco a fianco, ridendo, scherzando, nascondendosi il viso per non rivelare quella che era un’evidente confessione tra amiche, un segreto intimo da custodire o l’anticipazione di una sorpresa che di lì a poco sarebbe stata (in parte) svelata al mondo: il ritiro dal tennis di Flavia e la scelta di vita che ne sarebbe seguita.


    Mi sono riconosciuto ne loro gioco spontaneo di complicità, nei loro gesti, nelle loro espressioni, nella loro travolgente naturalezza e simpatia. Due atlete professioniste che avevano appena disputato la finale degli US Open nel tempio del tennis e che parlavano fra loro, davanti alle telecamere, come se fossero nell’ultimo banco a scuola: l’urgenza e l’entusiasmo della confessione e lo stratagemma ingenuo dell’asciugamano, che più che nascondere svela.


    Mi sono riconosciuto in loro e ho provato un sentimento che non mi/ci capita spesso e che tendiamo il più delle volte a scacciare: l’orgoglio di essere italiani. Non per la vittoria sportiva. Anche gli altri vincono e più di noi. Ma per quello che siamo. Quel modo unico di essere e di esprimere le nostre emozioni che tutti ci accomuna, che è storia, cultura e, nel fondo, la nostra identità.

    Commenti

    commenti