Parma, Politica nazionale

Ci vuole del becco di ferro

becco di ferroIl capogruppo alla Camera del M5S Riccardo Nuti, intervenendo sulla fiducia al Governo, ha dato della faccia di bronzo a Letta perché non fa quello che dice e non può quindi pretendere di avere la fiducia. Nuti ha poi proseguito sostenendo che il M5S è “l’unica forza politica che quello che ha detto ha fatto”. Ci si domanda a cosa si riferisca l’onorevole Nuti, visto che il M5S non è al governo del paese: occupare il tetto di Montecitorio? Lanciare ogni giorno invettive contra-personam in Parlamento? Tenere in ostaggio 8 milioni di voti e perdere un’occasione storica di cambiamento?

Se poi ci spostiamo a Parma, nell’unica città guidata dal M5S, quanto dice Nuti fa quasi ridere: non avevano promesso di fermare l’inceneritore, a costo di passare sul cadavere di Pizzarotti? di dare uno stop alle privatizzazioni dei servizi? di utilizzare solo consulenze gratuite? di fermare i centri commerciali e il consumo di suolo? Qui l’unica vera faccia di bronzo pare proprio l’onorevole Nuti, buon compagno del suo collega di partito, pardon MoVimento, Pizzarotti che passa il tempo sui social media a smentire sé stesso e a dichiarare di non avere mai detto o promesso questo e quello.

Come ci spiega Paolo Nori ci vuole proprio proprio un bel becco di ferro.

Commenti

commenti