Ambiente e Rifiuti, Parma

L’Assessore Folli inverte i fattori

Fa piacere leggere che l’Assessore Folli si dichiara d’accordo con i contenuti della mozione sui rifiuti che abbiamo presentato come gruppo consiliare PD. Peccato che questo assenso non lo abbia espresso prima, quando ancora non era assessore. Nonostante Folli esclami “finalmente”, come se ci fosse stato un cambio di vedute, le mie posizioni sul tema della gestione dei rifiuti non sono mai cambiate.

Sono le stesse che avevo sostenuto ai tempi delle primarie del centrosinistra per il candidato sindaco e che l’attuale assessore, preso allora come oggi dall’unico obiettivo del no all’inceneritore, aveva bocciato dall’alto del tribunale giudicante del GCR. Sono le stesse che insieme al Sindaco di Forlì Roberto Balzani presentammo a Parma nel corso di due iniziative pubbliche, a gennaio e maggio 2012. E sono le stesse del progetto di legge regionale che abbiamo sostenuto e promosso lo scorso luglio in Consiglio Comunale. Come dice il guru del MoVimento Casaleggio, la rete non dimentica e basta andare a cercare i comunicati e i documenti di allora per verificarlo.

Ora, finalmente, Folli si dice d’accordo con le nostre proposte. Meglio tardi che mai. Ma adesso si impegni perché alla parole seguano i fatti. Non faccia come per il servizio idrico, dove si promuove la gestione pubblica dell’acqua e allo stesso tempo si mettono in pegno e si vendono le azioni IREN. Invece di perdere tempo e soldi pubblici in inutili battaglie giuridiche e in bandi senza scopo, trovi le risorse economiche e di personale per avviare un percorso realmente partecipato secondo la direzione che il gruppo consiliare PD, per primo e da tempo, ha indicato.

Commenti

commenti